Il Gruppo degli Sbandieratori del “Leone Rampante” di Cori, riconosciuto nell’art. 33 punto 5 dello Statuto della Città di Cori, nei suoi ricchi costumi realizzati sui modelli del XVI secolo, in prezioso velluto, con colori e disegni che sono, i colori e i disegni degli stemmi delle Porte di Cori e della Comunità, è composto da un Alfiere, che apre il corteo innalzando il labaro del Gruppo che raffigura il Leone Rampante (cioè lo stemma della città di Cori), dai musici: Trombettieri e Tamburini che musicalmente scandiscono e ritmano le figurazioni; e dagli Sbandieratori, abilissimi giocolieri che compiono straordinarie evoluzioni ed eleganti volteggi con le bandiere, effettuano lanci e prodezze virtuosistiche ed acrobatiche che sono il prodotto di una arte antica, affinata continuamente con l’applicazione di sempre nuove e audaci coreografie: nel complesso, uno spettacolo di folklore di altissimo livello, di grande abilità e di sicuro effetto scenico: il rullo dei tamburi e lo squillo delle trombe ritmano i movimenti, le figurazioni e le bandiere si inchinano, volteggiano, si intrecciano in perfetta sincronia e guizzanti balzano di mano in mano, con grazie e leggiadria.

Il Gruppo si esibisce in Cortei e Parate, su Piazze e Palcoscenici con esibizioni d’insieme e con saggi individuali e di coppia ad una, due e tre bandiere.